Le 13 cantine più belle del Mondo

Saperedivino esce dai confini del Bel Paese e dopo aver proposto la Classifica delle 10 Cantine più belle d’Italia, vi porta alla scoperta de: Le13 cantine più belle del Mondo .
Architettura e vino
sono due strade così diverse, eppure tendono facilmente ad incontrarsi…
I più famosi archistar sono stati coinvolti negli anni in progetti sontuosi e stravaganti con il compito di innalzare veri e propri monumenti al vino, cattedrali vocate al dio Bacco, divenendo status simbol di una regione e di un paese grazie ad innovazione, appariscenza e imponenza architettonica.
Di seguito la classifica delle 13 cantine più belle del Mondo secondo noi:

  1.  ADEGA MAYOR (Portogallo)
    Adega MayorAppare come un parallelepipedo bianco nella pianura vitata, lineare ed essenzialmente elegante. La cantina portoghese Adega Mayor è nata nel 2007 dalla mente dell’architetto Álvaro Siza Vieira:
    progetto che si pone l’obbiettivo di creare un volume unico, netto ed orizzontale di luce bianca nei vigneti dell’Alentejo. Icona della funzionalità estrema, questa cantina si innesta nella piana come avesso messo radici, dotata di una barricaia imponente propone interni più complessi, più simile ad un’opera d’arte che ad una cantina.

 

 

  1. BODEGA CATENA ZAPATA (Argentina)
    Catena Zapata ArgentinaSiamo nella patria del Malbec, vino divenuto simbolo dell’enologia di questa Nazione. In un enologia sempre più all’avanguardia, la struttura di quest’azienda è certamente di grandissimo impatto: ispirata al tempio di Tikal in Guatemala è stata costruita come omaggio alla cultura millenaria del popolo Maya. I materiali con cui è stata concepita provengono interamente dalle diverse regioni dell’Argentina e propone una zona affinamento per le barriques circolare molto suggestiva.
  1. MISSION HILL (Canada)
    mission hill canadaQuesta cantina è stata completamente ridisegnata dallo Studio Olson Kunding architects. L’opera della “Olson” è stata quella di elaborare un progetto che rispettasse e , allo stesso tempo, fosse in netta competizione lineare con le naturale bellezza del paesaggio circostante.
    Il risultato è una struttura che non ingombra l’orizzonte con la sua imponenza ma rappresenta una vera e propria cattedrale in cui svetta la torre campanaria alta 12 piani.
    Quando si accede alle cantine, che si trovano sotto terra, si ha l’impressione di varcare le soglie di un luogo sacro, dove il silenzio regna sovrano e le luci sono state studiate per cullare le botti e non pervadere con prepotenza.

 

  1. DARIOUSH WINERY (Stati Uniti)
    Darioush WineryTrovandoci difronte a questa cantina ci sentiamo proiettati in un’altra epoca, in paesi lontani, la Darioush Winery, in Napa Valley è stata interamente realizzata in stile persiano ed è un omaggio alle origini dei proprietari, Darioush e Shahpar Khaledi, che vengono da Shiraz, una nota regione vinicola nel cuore dell’attuale Iran.

 

 

 

 

  1. BODEGAS YSIOS (Spagna)
    bodegas ysiosQuesta cantina si trova nella zona di La Rioja, realizzata dell’architetto Santiago Calavatra, ha prima vista sembra un’onda: la copertura della cantina è in alluminio, ondulata in onore delle cime innevate della Sierra Cantabria. Fortissimo legame con la natura che si concentra in un’opera d’arte unica e magistrale, il dettaglio che ci lascia senza fiato è la parete di vetro che separa la parte anteriore della cantina dalla sala di invecchiamento dove le barrique compongono un cerchio.

 

 

  1. WATERKLOOF (Sud Africa)
    water kloofUn vero e proprio trionfo d’architettura sita sulle colline Schapenberg: la struttura in cristallo enfatizza la “trasparenza” e l’onestà produttiva di questa cantina che ha scelto la “linea” biodinamica come filosofia di vita. Il design della struttura è stato realizzato dall’architetto Mitch Hayhow che ha voluto proporre una visione estremamente moderna ma legata alla tradizione del vino.

 

 

 

  1. CHEVAL BLANC (Francia)
    cheval blanc francia_Fotor_CollageNel 2011 l’architetto francese Christian de Prtzmaparc si è occupato del progetto di realizzazione della cantina dell’omonimo chateau che, con i suoi 39 ettari, è uno dei più importanti di tutto il Bordeaux.
    Per il design e la struttura l’architetto si è ispirato ai particolari vasi vinari in cemento utilizzati storicamente in cantina, dal colore  bianchissimo e dalle linee sinuose e armoniosi la cantina sembra fluttuare tra i vigneti della famosa regione francese.

 

 

  1. ARTESA (Stati Uniti)
    artesa wineryIcona della Napa Valley, questa cantina ha enfatizzato il legame tra natura e architettura in modo molto netto ma armonioso. Disegnata dall’architetto spagnolo Domingo Triay e costruita nei primi anni ’90, Artesa rappresenta una fusione pressoche perfetta con l’intero territorio circostante.
    La cantina situata all’interno della collina viene naturalmente mantenuta in condizioni di temperatura ed umidità perfette per la produzione di vino.

 

 

  1. BODEGA IRIUS (Spagna)
    bodega iriusCantina disegnata dall’architetto Jeus Marino Pascual dove prevale l’uso dell’acciaio e lo studio delle forme geometriche, il cubo su tutti. In questa struttura si è voluto con enfasi porre l’accento sul design e sull’idea di realizzare un luogo che fosse un vero e proprio “oggetto d’arte”.
    La disposizione radiale della cantina, con al centro un lago artificiale si pone come obbiettivo quello di puntare sulla futura espanzione territoriale della cantina.

 

 

 

  1. MITCHELTON (Australia)
    mitchelton-winery-9461172_Fotor_CollageSituata nella valle del fiume Goulburn a 90minuti da Melbourne, la Mitchelton è divenuta in breve tempo meta e simbolo del turismo enologico in  Australia. Particolarità di questa cantina che spicca subito agli occhi è la meravigliosa torre alta ben 55 metri dalla quale si può godere di tutto il paesaggio in cui serpeggia il fiume Goulburn.

 

 

 

  1. LAPOSTOLLE (Cile)
    Lapostolle clos apalta Questa cantina si sviluppa in verticla su sei livelli scavati nel granito delle colline di Apalta, in Cile, sviluppando un processo di vinificazione per gravità e, nei livelli più bassi, consente la naturale climatizzazione dell’ambiente di affinamento dei vini.
    L’architettura cerca di fondere perfettamente uomo e natura con forme geometriche precise, l’armonia delle proporzioni è stata studiata nei minimi dettagli.

 

 

 

  1. BODEGA MARQUES DE RISCAL (Spagna)
    marques de riscalL’architetto canadese Frank O. Gehry ha realizzato questa magnifica cantina additata da molti troppo appariscente ed eccentrica. Ci troviamo nella nella Rioja iberica, l’edificio che svetta tra la natura dei vigneti è la più antica azienda spagnola: Marqués de Riscal.
    Oggi la struttura è una vera e propria comunità del vino, sede di mostre, incontri, convegni ed ottima cucina. Aspetti che colpiscono immediatamente sono le “cascate” di titanio di diversi colori che con la luce riflettono tonalità variopinte dando un aspetto “pixelato” al complesso.
    La facciata in pietra e le finestre in legno sono intervallate da pareti irregolari con tre colonne che dividono i piani.

 

  1. CASTELLO DI AMOROSA (Stati Uniti)
    Castello di AmorosaNalla Napa Valley, a Calistoga in California, luogo in cui possiamo trovare alcune tra le cantine più stravaganti del Mondo, frutto di eccentrici investimenti di certi milionari, troviamo quest’azienda che è l’esatta e “fedele” riproduzione di un Castello toscano del XIII secolo.
    Dario Sattui wine maker americano (di chiare origini italiane) ha voluto erigere un vero e prorpio maniero i cui interni comprendono 107 camere su 8 livelli sopra e sotto terra, coprendo circa 11.200 mq.

 

 

 

Andrea e Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code