Mercato dei Vini FIVI 2015

La FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) a Piacenza ha organizzato il Mercato dei suoi “Vigneron” nel weekend 28-29 Novembre e noi di Saperedivino non potevamo non approfittarne per visitare la 5^ edizione di questo evento.
Location accogliente e funzionale, ci siamo trovati a girovagare fra ricchi stand, carrelli carichi di bottiglie e vignaioli simpatici e carismatici. Adatto a tutti i tipi di appassionati, il Mercato FIVI ci è parso un ottimo punto d’incontro tra il Vino e gli Eno-appassionati: siamo stati messi infatti nelle migliori condizioni per assaggiare i vini dei produttori, in un ambiente davvero emozionante e conviviale.

Di seguito vi proponiamo le aziende che ci hanno maggiormente colpito:

  • BOSIO Franciacorta (BS)

FIVI BOSIOAzienda Agricola franciacortina di Corte Franca, vicinissima al Lago di Iseo: Cesare e Laura Bosio conducono l’azienda in modo esemplare portando alla luce un Satèn davvero morbido e “succulento”, con un naso intrigante ed il Boschedòr, un Millesimato dal colore dorato e dalla qualità eccelsa, dotato di ottimo bouquet.

 

 

  • MICHELE SATTA Bolgheri (LI)

MICHELE SATTA FIVIDire che il babbo Michele abbia tramandato al figlio Giacomo la propria bravura e capacità è riduttivo! Giacomo ha la stessa stoffa e negli anni sta imparando a lasciare che la qualità dei suoi vini parli per lui. Ottimo l’ormai eccelso GIOVIN RE un Viogner dal corpo e complessità pressochè unici. Nota di spicco è l’impiego sapiente del Sangiovese che, seppur considerato fuori casa nel Bolgheri, si esprime in maniera sublime nel CAVALIERE.

 

  • VILLA CRINE Valpolicella (VR)

VILLA CRINE FIVIAzienda a conduzione familiare che produce uno dei nostri AMARONE della Valpolicella preferiti. Dal 1893, con il bisnonno, siamo arrivati al pro nipote oggi, con una linea di continuità che si ritrova nei vini, caratterizzati da una morbidezza ed una persistenza davvero seducenti: dal RIPASSO al RECIOTO abbiamo apprezzato la beva strabiliante.

 

 

 

  • POJER E SANDRI Trento (TN)

POJER E SANDRI FIVIDi quest’azienda abbiamo provato il  ZERO INFINITO un vino non-vino, un prodotto che usa una varietà resistente: il Solaris, in un “sur lie” dalla gradazione alcolica forse non spiccata ma dalla beva ottima e dal particolareggiante colore giallo torbido. Ottimo in bocca con sapori di mela golden e buone note croccanti di lievito e pane. Evolve se bevuto tal quale oppure scaraffato torbido: Particolare!

 

  • UNTHERHOFER Alto Adige (BZ)

UNTHERHOFER FIVICaldaro, il Lago che dona alla vite escursioni termiche ottime per il mantenimento dell’acidità, dove la Schiava trova ideale dimora. Le vigne di Untherhofer sorgono su pendii anche abbastanza ripidi, trasformando la viticoltura in eroismo con vini molto caratteristici e tradizionali. Degni di nota il KERNER e il SAUVIGNON.

 

 

  • THURNHOF Alto Adige (BZ)THURNHOF FIVI

Andreas Berger ha un’azienda di 3,5 ettari e produce i “classici” del Sudtirol: dal Lagrein, al St.Maddalena, al Moscato Giallo. Il vino secondo noi simbolo di questa cantina è proprio il Lagrein, che qui viene presentato con un colore rubino mattonato dai profumi vivaci, freschi e diretti. Interessantissimo il Metodo Classico di Lagrein, SEKT rosé che viene prodotto in accordo e unione di intenti con altri viticoltori del territorio: la TIROLENSIS ARS VINI.

 

  • UCCELLAIA Emilia-Romagna (PC)

UCCELLAIA FIVIVecchia nostra conoscenza, questa piccola azienda a conduzione familiare tutta al femminile, ci ha appassionato per la sua genuinità e semplicità. Davvero buono l’ARABALLO, un vino bianco prodotto da uve Sauvignon Blanc e Malvasia di Candia in blend, che si contraddistingue per aromaticità spiccata data dal connubio ben riuscito fra queste due uve particolarmente “ricche” e profumate: davvero brave!!!

 

 

  • WEINGUT UNTERORTL Alto Adige (BZ)

WEINGUT UNTERORTL FIVIAlla ricerca di un grande Blauburgunder ci siamo fermati qui! Un Pinot Nero davvero sensazionale: per tutti gli amanti di questo setoso vino, lo consigliamo più che vivamente, il suo nome è CASTEL JUVAL. Caratterizzato da un’acidità ben presente che accompagna le note varietali tipiche di lampone, rese complesse da un uso non invasivo del legno: saprà conquistarvi!

 

  • CASCINA GARITINA Monferrato (AT)

CASCINA GARITINA FIVI13 ettari compongono questa azienda a conduzione famigliare che qui abbiamo avuto la possibilità di conoscere attraverso i loro vini. Produzione che alterna autoctono con internazionale: dal Barbera d’Asti al Dolcetto, dal Cabernet Sauvignon al Pinot Nero e il Merlot ed infine Bracchetto. Tutti vini particolarmente interessanti e ben fatti ma con un Re su tutti: 900 neuvSENT un Barbera d’Asti Nizza Superiore di spessore, corpo e complessità: gran vino!

 

 

  • LIESELEHOF Caldaro (BZ)lieselehof-amadeus-vernatsch-2012

Azienda altoatesina biologica situata a Caldaro, il territorio della VERNATSCH (Schiava), che qui con l’Amadeus trova un’espressione elegante e raffinata con sentori freschi ma comunque intensi, dati dal clima estremamente favorevole. Un’ampia gamma di vini, autoconti e non, caratterizza questa bella realtà.

 

  • ROCCO DI CARPENETO Alto Monferrato (AL)

ROCCO DI CARPENETO FIVIAzienda di cui abbiamo già avuto modo di parlare, apprezzata per il loro Barbera Superiore, ma ancora di più per il Dolcetto di Ovada D.O.C.G. molto intenso e complesso. Vino che racconta in modo ancor più singolare e intimo il territorio dell’alto monferrino è il Cortese RÒO caratterizzato da profumi erbacei, legati principalmente alle erbe aromatiche con un retro gusto ammandorlato che gli dona complessità e spessore: vino beverino ed estroverso!

 

 

  • BARONIA DELLA PIETRA Sicilia (AG)baronia_della_pietra_logo

Qui, fra gli assolati terreni della Sicilia prendono vita due vini davvero ben fatti! Sugli antichi terreni calcarei di questa meravigliosa tenuta prendono vita un Grillo in purezza caratterizzato da profumi esotici, ricchi e ricercati, morbido ed inenso, ed un belnd di Nero d’Avola e SyrahSikane” che ci ha conquistato subito per la facile beva, resa però elegante dai netti profumi varietali e da un tannino fine.

 

  • WEINGUT ABRAHAM  Alto Adige (BZ)

ABRAHAM FIVIAd Appiano, Martin Abraham, gestisce l’azienda in modo maniacale, portando sul mercato vini dal grande impatto organolettico. Vini dotati di profumi superbi, eleganti ed avvolgenti in continua evoluzione. Ottimi i prodotti degustati dal Weissburgunder “IN DER LAMM” all'”UPUPA ROT“, una Schiava molto particolare ed espressiva, grande il Blauburgunder setoso ma piacevolmente fresco.

 

TERRE DI GIOTTO GATTAIA MICHELE LORENZETTI FIVI

  • TERRE DI GIOTTO Appennino Toscano (FI)

Restituire fertilità alla terra ed espressione alle piante: questa è la filosofia di Michele Lorenzetti, biodinamico di concezione che sull’Appennino Toscano, Vicchio del Mugello, ha aperto la sua azienda. Abbiamo assaggiato il suo Pinot Nero, GATTAIA, interessante fin dal primo impatto per i suoi profumi vivaci e spiccati, in bocca fine ma con un corpo audace e di nerbo.

 

  • MANINCOR Alto Adige (BZ)

Manincor FIVIAzienda che vede i suoi vingeti arrampicarsi sui dolci declivi del Lago di Caldaro, propone un’agricoltura eco sostenibile ed ecologica che si esplica nei vini che propone al pubblico. Azienda biodinamica che lavora in modo impeccabile sul profilo organolettico proponendo vini davvero buoni ed interessanti come il MOSCATO GIALLO e il PINOT NERO: davvero un ottimo esempio di Biodinamica (finalmente!).

 

  • PATRICK UCCELLI Alto Adige (BZ)

patrick uccelli dornach FIVIIl diktat di Patrick, ragazzo molto capace, è il mantenimento della fertilità del suolo e la vitalità estrema delle piante. L’obbiettivo è la produzione di vini il più naturale possibile: ottimo il Pinot Nero IGP delle Dolomiti Xx, ben fatto e dotato di profumi molto intriganti che ricordano in modo strabiliante la terra ed il legame con il terroir in cui nasce.

 

  • PIEVE DE’ PITTI Chianti (PI)

PIEVE DE PITTI FIVIAzienda in provincia di Pisa, si differenzia per la grande differenziazione dei suoi prodotti. Per non sbagliare bersagli abbiamo assaggiato il loro ROSSO DI TOSCANA 2007 e l’ottimo CHIANTI SUPERIORE 2012, vini sinceri, diretti, che lasciano la complessità esplicarsi in modo naturale e garbato con profumi varietali arricchiti dal legno.

 

 

  • LA SALCETA Valdarno (AR)

LA SALCETO FIVISalceta è la “tipica” azienda che lavora con la vigna, lascia che l’espressione intima e unica del “suo” terreno e territorio si realizzi e manifesti nei suoi vini. Prodotti di ottima fattura, avremmo voluto soffermarci di più (tempo tiranno) sui loro vini. Il RUSCHIETO VALDARNO di SOPRA è un Chianti Riserva davvero ottimo, con note complesse e raffinate, il r-OSATO invece è un rosato interessante fatto con uve Cabernet Franc.

 

  • IL CIVETTAIO Maremma e Montecucco (GR)

IL CIVETTAIO FIVIBiologici, biodinamici? poco interessa perchè qui i vini sono BUONI. Vigneti le cui uve si trasformano in vini della denominazione Montecucco, il Civettaio versa nel bicchiere vini con buoni risultati organolettici, schietti, che fanno della sincerità produttiva il loro segno distintivo. Molto buoni il POGGIO AL COMMESSARIO ed il SANGIOVESE.

 

 

  • PODERE CONCORI Garfagnana e della Valle del Serchio (LU)

PODERE CONCORI FIVIAzienda giovane che nasce nel 1998 con l’intento primario di recuperare i terreni e lasciare che la vigna esprima tutto il potenziale avvalendosi di un’agricoltura biodinamica oculata. I vini che ci hanno catturato per eleganza e piacevolezza sono il MELOGRANO e il VIGNA PIEZZA, quest’ultimo è un vero e proprio “cru” che ben impersonifica la cultura del vino dell’azienda. Altro punto a favore dei vini Biodinamici!

 

 

  • LES CRETÊS Aymavilles (AO)

LES CRETES FIVISono 20 gli ettari lavorati dalla famiglia Charrère ad Aymavilles in Val d’Aosta, su terreni sabbiosi di origine orobico morenica. I vitigni autoctoni come il Fumin e il Torrette trovano una declinazione deliziosa ma su tutti quest’azienda vi lascerà a bocca aperta per il PETITE ARVINE: vitigno autoctono a bacca bianca qui prodotto in modo superlativo, e lo CHARDONNAY CUVEE BOIS un vino dall’abito elegante, fine, garbato ma deciso, netto e complesso!

 

 

  • PODERE GUIDO GUALANDI Chianti (FI)

Piccolafoto azienda di stampo biologico sita a Poppiano – Montespertoli, che ci ha conquistato con un Chianti Colli Fiorentini D.O.C.G. ricetta tradizionale. Uve selezionate da vigne vecchie di Sangiovese, Colorino e Foglia Tonda seguono una macerazione in tini di legno con affinamento in botti di rovere: ne risulta un prodotto davvero succoso, con aromi di frutta e spezie intensi e penetranti.

 

 

Andrea e Federico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code