Adamant Barbera del Monferrato Superiore 2012 – Angelini

Trovare una Barbera superba per me non è mai un’impresa facile perchè questa varietà autoctona del Piemonte è spesso sinonimo di vini dalle caratteristiche poco affascinanti, imbattermi però in una bottiglia dell’azienda Angelini, mi ha fatto scoprire un vero diamante.
L’Adamant infatti, una Barbera del Monferrato Superiore, spicca per le sue doti in mezzo al vastissimo panorama vinicolo della regione.
Tutto il Piemonte è terra di vini ma il Monferrato, con la quasi totalità della sua superfice ricoperta da vigneti, è una zona davvero ricca dove cultura e tradizione mandano avanti una viticoltura di spessore da secoli.
Questo territorio, dove la Barbera è il vitigno principale, si divide in tre sottozone: L’Alto (provincia di Alessandria) dove principalmente si coltiva Barbera e Cortese, il Basso (Casalese) famoso per la Barbera e il Grignolino e infine il Monferrato Astigiano dove trova spazio la celebre Barbera d’Asti e lo spumante.

www.viniangelini.it
www.viniangelini.it

L’azienda agricola Angelini si trova a Ozzano Monferrato (nel Casalese), in un’ottima posizione collinare che si affaccia su uno splendido panorama a 270 m di altitudine.
Da più di un secolo la famiglia Angelini coltiva le uve con dedizione e passione: di stampo biologico, questa scelta aziendale promuove un uso ridotto di fitofarmaci per la cura del vigneto con un impiego in cantina di mezzi ecocompatibili, rispettando così la capacità e la passione del viticoltore.
La gamma di vini prodotti è ampia: sono coltivate la Barbera, il Nebbiolo, il Grignolino, la Freisa, la Croatina, il Cortese, il Moscato e lo Chardonnay.
Angelini propone due linee di prodotti: la linea Classic e quella Select, caratterizzata quest’ultima da etichette dorate e di cui fa parte la Barbera Superiore “Adamant”.
Il vino in questione, dopo la fermentazione, segue un affinamento di 12 mesi in grandi botti di rovere (tonneaux) con altrettanti mesi in bottiglia, prima della messa in commercio, rispettando così il disciplinare di produzione per la Barbera Superiore.
Aperta la bottiglia e versato il vino nel bicchiere, ad una prima analisi, risulta di un rosso rubino particolarmente cupo, con riflessi tendefotonti al porpora.
Al naso si viene rapiti da un profumo intenso, vinoso e persistente, dove prevalgono note fruttate di ciliegia e prugna arricchite da lievi sentori tostati.
In bocca il vino è caldo (14% vol.) e corposo, ritroviamo poi le note dolci e fruttate tipiche della Barbera in una degustazione molto equilibrata e complessa, con un ottima persistenza completata da note balsamiche e speziate.
La presenza di vaniglia, data dal passaggio in legno, non risulta invadente ma arricchisce questo vino già perfettamente equilibrato dalla giusta acidità e corposità.
L’invecchiamento in tonneaux dona a questo vino tannini leggeri e vellutati, mai astringenti, in grado di aggiungere complessità al palato.
Un vino elegante, buono e sincero, in grado di conquistarti al primo sorso anche grazie all’ottimo rapporto qualità prezzo (intorno ai 7€ a bottiglia).
La Barbera raggiunge con questa etichetta “Adamant” un ottimo livello qualitativo e si inserisce in un contesto territoriale, quello del Piemonte, in cui questo vitigno trova le sue migliori espressioni diventando così concorrenziale nei confronti di bottiglie ben più costose.

 

Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code